ForteGuscio

POLLAIO AL TOP IN 6 SEMPLICI REGOLE

 

I polli e le galline sono degli animali autonomi. Basta fornire loro i giusti alloggi, il razionamento di cibo, l’acqua e il carbonato di calcio, indispensabile per la loro salute, e il gioco è fatto.

Sconsigliamo di improvvisarsi arredatori di pollai, segui queste 6 semplici regole e i tuoi animali produrranno uova sane e genuine in un ambiente di benessere.

Pollaio al top in sei semplici mosse

 

 

1a regola: mangiatoie e abbeveratoi non devono mai essere posti in spazi troppo ampi e aperti; ma nemmeno in luoghi bui e cespugliosi. L’ideale è posizionarli nel pollaio o ai bordi del prato o della vegetazione.

 

2a regola: le rastrelliere di erbe e verdure sono, altresì, importanti anche se già disponi di un prato erboso. Puoi sfruttare dei tronchi d’albero, dei muretti o delle pareti di confine per mettere a disposizione queste fonti naturali di vitamine, che acquistano anche un ruolo di antistress naturale.

 

3a regola: metti a disposizione parecchie mangiatoie. In questo modo i tuoi volatili potranno compiere diverse scelte e seconda dei loro bisogni. Ricorda che ogni capo di allevamento necessita di 10 mq per preservare la bellezza ambientale del cotico erboso, quindi presta attenzione agli spazi in modo intelligente.

 

4a regola: gli abbeveratoi devono essere sistemati a non meno di 2-3 m dalle mangiatoie. Deve essere utilizzata tale precauzione per obbligare gli animali più forti a spostarsi dal punto di alimentazione per lasciare spazio a quelli più deboli ed evitare in questo modo situazioni di cannibalismo.

 

5a regola: una o due volta al mese le mangiatoie vanno spostate, insieme agli abbeveratoi, per sfruttare al massimo il pascolo e permettere maggior movimento e libertà ai tuoi animali. Osserva che l’acqua rimanga in una zona ombrosa, soprattutto nel periodo estivo quando facilmente il surriscaldamento ambientale provoca il successivo riscaldamento dell’abbeveraggio, che invece deve essere sempre fresco.

 

6a regola: le zone di abbeveraggio devono essere posizionate in un ambiente che garantisce il drenaggio dell’acqua persa. Puoi realizzare una pedana che permette lo scorrimento dell’acqua sotto le zampe delle galline, oppure utilizzare delle pietre. L’importante è che i parassiti che vengono a crearsi a causa della stagnazione dell’acqua non entrino in contatto con i capi di allevamento.

 

Puoi porre ForteGuscio, il carbonato di calcio indispensabile per ottenere uova genuine e avere galline al top, vicino alle mangiatoie in ciotole. Oppure lo puoi mescolare insieme alla miscela alimentare che già avevi preparato precedentemente.

Acquista subito!

 

Stai già adottando tutte le regole per avere il pollaio perfetto?

Trovi che siano abbastanza per iniziare?

Se hai dei dubbi, lascia una domanda nella sezione “Domande e Risposte” e il nostro esperto Maurizio Arduin ti risponderà.

Oppure lascia un commento qui sotto e raccontaci che scelte hai adottato per il tuo pollaio.

 

2 Responses to POLLAIO AL TOP IN 6 SEMPLICI REGOLE

  1. Nicola 9 Agosto 2016 at 10:17 #

    Il mio pollaio è chiuso al mattino perché altrimenti le galline vanno a fare le uova in giro per l’azienda agricola , al pomeriggio , verso le 16.30 le riapro fino alle 20.30 , mi chiedevo se le galline potevano convivere con 2 Oche Cignate , 2 Anatre Mute con 7 anatroccoli , 1 tacchina e 1 Anatra Germana ?
    Inoltre come potrei prevenire la sporcizia di questi animali ? E sopratutto ogni quanti giorni devo pulire il pollaio ? Di questi animali citati , quali casse mi consigliate per ciascuno , hanno preferenze ?
    Spero che mi rispondiate al più presto e grazie per aver letto i miei quesiti .

    Penso che questa pagina sia molto interessante al livello di insegnamento , anche se alcune cose andrebbero un po approfondite , come ad esempio la 6° regola e la 2°.

  2. ForteGuscio 28 Settembre 2016 at 18:27 #

    Buon pomeriggio Ivan,
    siamo contenti che il nostro sito ti sia stato d’aiuto per iniziare ad allevare galline, gli animali domestici danno grandi soddisfazioni e ci aiutano ad adottare un’alimentazione salutare e controllata.
    Ti facciamo i complimenti anche per il lavoro manuale che hai svolto per realizzarti tutto da solo, sicuramente una doppia soddisfazione.
    Di seguito ti illustriamo le azioni corrette da adottare, affinché le galline siano educate e non sporchino il nido.
    1.       le galline devono essere inserite nel pollaio prima dell’inizio della deposizione;
    2.       quando si inseriscono le galline, i nidi (n. 1 nido ogni 4 galline) non devono esserci oppure il loro accesso deve essere ostacolato;
    3.       il pollaio deve disporre di posatoi: 1 metro lineare ogni 4-5 galline;
    4.       dopo una settimana di clausura le galline possono essere liberate al pascolo;
    5.       a inizio deposizione le galline devono rimanere chiuse nel pollaio fino alle 16,00 circa e dopo 2 settimane possono essere liberate al pascolo.
    Ogni singola azione va seguita passo dopo passo, poiché questi animali depongono circa il 50% delle deiezioni quando dormono, e se non si condiziona il loro comportamento con questi nostri accorgimenti fin dal principio, succede che appena entrano nel pollaio occupano i nidi disponibili e sporcano. Quindi il nostro consiglio è che la prossima volta che inserisci nuove galline nel pollaio, riprendi in mano i 5 punti che abbiamo elencato sopra, in questo modo le tue galline dormiranno nei posatoi, senza sporcare i nidi.
    Forza e coraggio!

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi